Sensemaking, Framing e prospettiva

La "Sintesi" nel design coinvolge la combinazione di 2 entità complicate: il design e i problemi di progettazione.Con un certo grado di autonomia che non prescinde dal settore (mobile, web, farmaceutico, bancario etc.) un designer può capire, razionalizzare, focalizzare un problema di design. Sviluppando  dei vincoli non presenti nel brief originale con il cliente capisce come questi "vincoli"  contribuiscano a risolvere tutta una serie di problemi. Con la capacità di prendere dati incompleti, manipolarli in vari modi ed inventando cose che sono rilevanti, innovative ed appropriate. 

 

L'abito fa il monaco

Herb Simon, un famoso scienziato del ventesimo secolo ha passato molti anni della sua vita cercando di capire come la gente decide. Dopo diverso tempo capi' che per arrivare a ciò avrebbe dovuto prima capire come la gente risolve i problemi attraverso un processo decisionale. Spesso prendiamo decisioni seguendo il nostro istinto o intuizione, usiamo la conoscienza "tattica" nata dalle nostre esperienze nel mondo. Basta pensare alla "prima impressione". Elementi culturali o di esperienze vissute che condizionano le nostre scelte.

Pensiamo ad esempio un colloquio di lavoro, se ci presentassimo in maglietta e jeans, con la barba incolta ed un atteggiamento "trasandato", anche se avessimo tutti gli skills ed esperienze richieste probabilmente non verremo selezionati. Magari qualcuno con meno capacità ed esperienza, per il solo fatto che si è presentato in giacca e cravatta, con un atteggiamento vincente invece si. La cultura cambia, il tatuaggio ad esempio una volta era considerato un "marchio" indossato solo da ex galeotti . Adesso invece è quasi una moda.

 

Cosa è il sensemaking

Con SenseMaking si intende la capacità di dare un senso alle cose , noi impariamo quando diamo un significato alle cose in relazione a noi stessi. Immaginiamo  uno studente che si applica in chimica. Non capisce le formule e soprattutto non gli interessa perchè le lezioni sono annoianti e prevedibili. Un giorno il professore invece di "leggere" la lezione iniziò direttamente  un esperiemto: mise insieme 2 liquidi dentro una coppa, subito si formò una grande palla di fuoco. Lo studente ne fu sorpreso e ne venne affascinato.

La sua mente fu piena di pensieri di altri "fuochi" che ha visto: sigarette, candele, stufe ... Alcuni di questi pensieri  sono innescati automaticamente mentre altri sono richiamati da esperienze di cognizione passate; "questo mi ricorda quando Johm accese il tovagliolo nel ristorante, non credevo fosse cosi maldestro, ci hanno quasi buttato fuori.

In questo esempio lo studente connette l'esperienza e la sua vita tra il vissuto in classe e la sua conoscienza nel mondo. Questo è Sensemaking in azione.Da un unica e soggettiva esperienza lo studente ha imparato connettendo esperienze vissute ed esperienza sensoriale in classe.

Due designers potrebbero avere approcci diversi per lo stessso problema. anche eseguendo le stesse metodologie. Queste differenze puntano  ad un unico aspetto di loro stessi: il loro stile e la loro sensibilità. Il design non è interamente soggettivo ne interamente oggettivo ma un po di entrambi in diversi momenti.

 

Il ruolo della prospettiva in una situazione di framing

Un frame* è un'attiva prospettiva che descrive e nel contempo cambia una situazione data. Semplicemente è un punto di vista, il punto di vista ha una piccola parte oggettiva, per questo ritenuta irrilevante. Ma è formato  dall'aggregazione di pensieri ed esperienze,  una larga visuale del mondo e delle situazioni che accadono.Immaginiamo una situazione pericolosa, un'incendio in un appartamento. Si salvano tutti e ma il palazzo è distrutto. Vengono intervistate 3 persone :

 - Non ho un attimo di pace, la mia viata è una serie di sfortunati eventi e questo è un altro esempio della mia sfortuna.

- Grazie a Dio siamo riusciti a salvarci. Abbiamo perso le nostre cose ma l'importante è che siamo ancora vivi

- La mia vita è finita. Tutte le mie cose presenti in casa sono andate distrutte.

Prospettive diverse.

Nel design il "framing" può essere pensato come la prospettiva di un designer quando approccia ad un problema (sia concettualmente che pragmaticamente)

 

L'importanza dei modelli nel sensemaking

Sia il sensemaking che il framing possono essere migliorati. L'esternalizzazione e la rappresentazione identificano e forgiano le connessioni. Non bisogna essere particolarmente accurati, è più importante che  esca qualcosa di tangibile dalle idee. Una volta che l'esternizzazione è diventata "reale" è possibile discutere, definire, amare o rifiutare. Essenzialmente il sensemaking è un processo interno (personale) dove la sintesi diviene collaborativa. Quando realizziamo un diagramma per "forzare" quello che non capiamo essenzialmente cerchiamo di risolvere il problema e di capirlo simultaneamente. Un modello è soggettivo ed interpretativo. Descrive una congettura e propone come potrebbe essere.

I modelli mentali sono immagazinati nella nostra memoria. Kenneth Craik, psicologa, spiega  come un modello mentale agisca con delle supposizioni del tipo "cosa se...", un punto di partenza nella quale nascono diverse idee e considerazioni. Ci permettono di capire come le cose funzionano. Un ingegnere crea tipicamente dei modelli mentali basati sul pragmatismo e la logica. Sa bene come le cose funzionano per cui vede il mondo dalla sua prospettiva. Un'artista vede lo stesso "frame" dal punto di vista puramente estetico. La nostra abilità di "rappresentare" il problema in un modello mentale prescinde ovviamente dalle nostre vite, carriere, conoscienza ed abilità. 

Framing:la presentazione visuale degli elementi in un'immagine che definisce la relazione tra il soggetto principale e gli oggetti nello spazio.

Dal libro Exposing the magic of design

 

 

 

Sono uno ux designer ux designer

Mi chiamo Davide Paterniti e lavoro come ux designer a Milano dal 2008. Sono costantemente affascinato dalla user expericence, user research e dalla psicologia cognitiva. Attraverso le mie competenze sviluppo prodotti che rendono l’esperienza utente unica e memorabile.

^ Top