Ux research: strategia delle domande

Non ci sono limiti

Ux research ha sempre preso parte allo sviluppo del design di un prodotto. Oggi non siamo pù confinati ad una singola comunità,
popolazione o posizione geografica. I team conducono ux research raccogliendo dati che permettono di creare veloci iterazioni sanno già quali domande vonno poste  per ricevere utili infromazioni e dati. Quando vogliamo imparare qualcosa da un collega sappiamo bene cosa chiedere, allo stesso modo dobbiamo produrre delle domande logiche che ci permettano di avere dei dati reali ed utilizzabili.

Capire cosa chiedere per ottenere informazioni.

Possiamo porre delle domande specifiche, un'esempio potrebbe essere: Come usi Outlook per comunicare l'avanzamento dei lavori?
Una migliore alternativa potrebbe essere "come comunichi lo stato di avenzamento dei lavori?" La seconda domanda permette maggiori possibilità di risposta. Siamo noi a decidere la domanda ma anche il tipo di risposta che ci aspettiamo.

Domande superficiali

La regola d'oro della ricerca è evitare domande con risposte si/no. Questo tipo di risposte infatti non ci danno alcun risultato pratico in quanto diamo ai partecipanti una facile via d'uscita. abbiamo invece bisogno che chi risponda si sforzi di descriverci dettagliatamente il "perchè" ed il "come"

Domande diagonali/inconscio

Il nostro cervello attua giornalmente delle decisioni della quale siamo più o meno consapevoli. Possono influenzare la nostra storia, esperienze passate o aspettative.
Queste influenze sono gli aspetti da prendere. Le influenze inconsapevoli falliscono nel riconoscere le percezioni altrui in situazioni che sono diverse dalle proprie.
Se chiediamo "dove andate a rilassarvi dopo il lavoro" poniamo un'implicita influenza alla risposta mentre chiedendo "Cosa fate dopo il lavoro" è piu' neutrale.

Laddering

Ogni domanda nasce da raggiungimento di uno scopo. la risposta prende forma (attraverso la descrizione), il perchè (spiegazione), il come (situazione), e dove (contesto).
Maggiori sono i dettagli e più profondamente ci addentriamo ad informazioni potenzialmente importanti. Il laddering è un metodo per svolgere una profonda e personale
intervista per comprendere come i consumatori associano gli attributi dei prodotti a concetti densi di significato.
Attraverso una serie di “perchè” si vuole quindi costruire un percorso che va da attributi,
conseguenze, valore.

 

 

Sono uno ux designer ux designer

Mi chiamo Davide Paterniti e lavoro come ux designer a Milano dal 2008. Sono costantemente affascinato dalla user expericence, user research e dalla psicologia cognitiva. Attraverso le mie competenze sviluppo prodotti che rendono l’esperienza utente unica e memorabile.

^ Top