Invision Studio Vs Sketch

Ho appena provato InVision Studio nella versione Beta. Ero molto curioso di provare questo nuovo tool per ux/ui  designer che permette di creare sia la parte grafica di un progetto, che la prototipazione. Inoltre, dopo il rilascio di Sketch della nuova funzionalità “prototipe” volevo rendermi conto di come questi tool si stanno muovendo in termini “ottimizzazione del workflow”.

Invision Studio

Quasi tutti gli UX/UI designer conoscono sketch. Oltre ad essere il software più utilizzato è riuscito a costruirsi una comunità molto attiva. La sua limitazione però è la prototipazione, che avveniva solo attraverso invision ( la relativa plugin: craft). Da poco è stata rilasciata una nuova funzionalità che permette di “prototipare”, ma ritengo sia sia ancora troppo “acerba” in quanto ci sono prodotti molto migliori (finto, Principle, etc.).
 
InVision Studio ha un’interfaccia minimale, molto simile a quella di sketch. Permette di creare design proprio come sketch, ma a differentemente offre un sistema di prototipazione molto potente.Alcuni dei punti a suo favore:
 
-sistema adattivo dei layout
-Animazione avanzata
-Shared design system
-sistema di collaborazione cloud
-Free
 

Cosa mi è piaciuto

La cosa che ho particolarmente apprezzato in Invision Studio è la parte di transizioni. E’ possibile avere i classici preset (fade in , fade out etc.) e la possibilità di animare singolarmente ogni elemento nell’interfaccia. Chi ha esperienza in Principle apprezzerà particolarmente questa possibilità. Se ad esempio creiamo un artboard con un rettangolo, duplichiamo l’artboard e spostiamo il rettangolo o lo ridimensioniamo, inserendo l’interazione possiamo attuare un “interpolazione” tra i due stati. Abbiamo anche a disposizione una timeline che permette di controllare il timing di ogni oggetto sullo stage. Davvero impressionante. In questo modo possiamo quindi creare interazioni specifiche, animazioni che permettono all’utente “come utilizzare l’interfaccia”. Per chi proviene da sketch e Principle l’utilizzo è immediato. 
I simboli sono stati rinominati in “componenti” riprendendo la logica di sketch.
 
Cosa non mi è piaciuto
 
L’import dei file sketch risulta non sempre perfetto (i simboli non vengono letti). Inoltre la performance (velocità) del software risulta troppo lento.
 

Passare da Sketch a Invision Studio?

Sinceramente no. Sketch è ormai un formato riconosciuto, un po come era photoshop (psd) considerato come una sorta di Standard. Inoltre il sistema di plugin introdotto ha reso questo software veramente funzionale e potente. La community è un costante crescita, troviamo quindi materiale interessante  (layout, moqups, icone) direttamente in questo formato.
Credo inoltre che Bohemin non starà a guardare. Introducendo la funzionalità “prototipe” ha fatto già un grande passo in avanti che sicuramente migliorerà molto presto.

 

Sono uno ux designer ux designer

Mi chiamo Davide Paterniti e lavoro come ux designer a Milano dal 2008. Sono costantemente affascinato dalla user expericence, user research e dalla psicologia cognitiva. Attraverso le mie competenze sviluppo prodotti che rendono l’esperienza utente unica e memorabile.

^ Top