Sintesi universale

La sintesi è un'abduzione (forma logica che parte con l'osservazione e poi trova la più semplice delle spiegazioni) ed un processo di sensemaking.
Può essere immaginata come l'adottamento di un'impotesi suggerita dai fatti. Lo scopo della sintesi è creare un'oggetto con le necessarie caratteristiche, catturando i desideri umani, contesti etc. Non necassita di rappresentazione universale ma piuttosto individuale e di diversità. Assumere un'approccio logico e tradizionale non è appropriato. Sintesi è creare una quantità di novità dove ogni idea è individualmente unica.

Ricerche quantitative e qualitative

In un mondo dovè l'innovazione è una delle chiavi per avere successo il business ha realizzato che ricerca quantitativa combinata con quella qualitativa può condurre a nuove ed interessanti idee per prodotti e servizi. Questa metodologia di ricerca parte dall'osservazione della gente nei loro ambienti principali, di gioco e di lavoro. Una altro metodo di ricerca qualitativa è la compresione culturale, etnografica che ci immerge nella comprensione di come la gente spende il loro tempo, la cultura dell'intrattenimento per esempio come punto di partenza.

La fase del mistero

La Sintesi riguarda il creare una quantità di novità nella quale ogni idea è unica. Roger Martin descrive "'imbuto" il processo che avviene nella produzione di idee fino alla sintesi. Nella parte iniziale dell'imbuto si raccoglie l'idividualità e la diversità. Questa è la fase del mistero. Poi Formalizziamo attraverso delle regole di base che vengono trasformate in algoritmo e finalmente arriviamo a poter descrivere queste regole in maniera dettagliata automatizzandole in un processo.
Il goal è realizzare qualcosa di minimale ed universale che crea "gap" tra  misto e la "prova" che il business richiede.
Il design non puo' provare soluzioni al mistero. Queste soluzioni sono solo dimostrabili e testabili ma non provabili. L'idea di "prova" si basa sull'insistere attraverso ragioni induttive e deduttive.

 

Sono uno ux designer ux designer

Mi chiamo Davide Paterniti e lavoro come ux designer a Milano dal 2008. Sono costantemente affascinato dalla user expericence, user research e dalla psicologia cognitiva. Attraverso le mie competenze sviluppo prodotti che rendono l’esperienza utente unica e memorabile.

^ Top