user experience: principi fondamentali

I principi fondamentali per la user experience design sono principalmente consistenza, percettibilità, apprendibilità, prevedibilità, e feedback

La consistenza è relativa all'aspetto dell'interfaccia e relativo comportamtento dell'utilizzatore. Quando una caratteristica comporta un modo di utilizzo diverso, nonostante le simili condizioni puo' causare confusione costringendo l'utente ad imparare nuovamente qualcosa che riusciva normalmente a fare. Per qusto definiamo consistenza l'uniformità, la coerenza strutturale, grafica, ilcomportamento in tutte le sezioni/pagine.

La consistenza è la coerenza strutturale e visuale di un interfaccia

L'nterazione non dovrebbe dipendere dalla "fortuna" dell'utente o dalla scoperta casuale che si attua. Bisogna sempre fornire suggeramenti visuali come bottoni icone per far capire subito all'utente cosa è possibile cliccare e cosa no. La percebbilità di un'interfaccia deve essere istantanea.

 

L'apprendibilità è la capità di un interfaccia, piattaforma, prodotto di risultare "facile" in termini di apprendimento. Idealmente la gente dovrebbe essere in grado di utilizzare un'interfaccia una volta, imparare, e ricordare per sempre. Quando si dice che un interfaccia è intuitiva significa che siamo stati in grando di creare una soluzione che permette di imparare facilmente il suo funzionamento.

 

Le interazioni dovrebbero essere facili da imparare e facile da ricordare.

Idealmente, la gente dovrebbe essere in grado di utilizzare un'interfaccia una volta, imparare, e ricordare per sempre. In pratica, le persone hanno spesso bisogno di utilizzare un'interfaccia  almeno un paio di volte. Quando si dice che un interfaccia è intuitiva è importante capire che fin quando gli utenti percepiscono somiglianze/similitudini con altre interfacce sono in grado di trasferire e applicare le loro conoscenze nella nuova soluzione. Lo user experience analizza e studia proprio questi aspetti, analizzando in primis l'utente per applicare poi questi principi in base ai risultati del target.

La prevedibilità di interazione è la base di uno studio di user experience

Una buona user experience dovrebbe permettere che le aspettative dell'utente siano perfettamente appagate attraverso la prevedibilità: Fornire anterpime di interazioni aiuta a capire le funzionalità ed i vincoli prima ancora che l'interazione avvenga. Un buon design dell'interazione dovrebbe definire le aspettative precise su ciò che accadrà prima che si è verificato l'interazione.Se osserviamo le persone che interagiscono con un'interfaccia o un dispositivo, spesso possiamo determinare se la capiscono e sono in grado di prevedere i risultati o meno. interazioni casuali, congetture, tentativi ed errori, incapacità di compiere progressi costanti verso un obiettivo significa che le possibilità di interazione non sono percepibili e quindi prevedibili.

Dare continui e costanti feedback al nostro utente

Feedback: oppurtunità di migliorare Il feedback completa l'esperienza. Se un utente non capisce o riconosce l'interazione il feedback la fornisce e conferma l'interazione. il classico esempio potrebbe essere l'invio di un form: l'utente inserisce i campi, invia e il sistema segnala il non completamento di tutti i campi. L'utente quindi riceve il feedback del perchè il modulo non puo' essere inviato, aiutandolo nella compilazione stessa (descivendo ad esempio quali campi obbligatori non sono stati compilati prima dell'invio).

In conclusione uno user experience designer tiene sempre presenti questi principi prima di progettare o ideare qualsiasi soluzione o progetto.

Sono uno ux designer ux designer

Mi chiamo Davide Paterniti e lavoro come ux designer a Milano dal 2008. Sono costantemente affascinato dalla user expericence, user research e dalla psicologia cognitiva. Attraverso le mie competenze sviluppo prodotti che rendono l’esperienza utente unica e memorabile.

^ Top